Le Sagre

Sono davvero tanti gli eventi e le feste che si svolgono nel Sarrabus da dopo la Pasqua al mese di Ottobre, sono feste e sagre di carattere religioso che celebrano ricorrenze oramai centenarie e che si ripropongono sempre con lo stesso fascino che la cultura sarda conserva gelosamente nel cuore, negli occhi e nei modi della gente sarda.

Il clou della manifestazione è la Sfilata alla quale partecipano alternandosi i gruppi folk provenienti da tutta la Sardegna che mostrano attraverso i loro variopinti e antichi costumi la millenaria storia dei vari paesi sardi, una nutrita schiera di Cavalieri e le famose etnotraccas che ricostruiscono scene di vita agropastorale e domestica e costituiscono una delle attrazioni principali forse la più importante in quanto, attraverso ricostruzioni fedeli, riportano al presente autentici spaccati di vita quotidiana che contribuiscono alla conservazione della memoria collettiva. Al pomeriggio fino a sera inoltrata la festa propone i balli tipici del popolo sardo.Cominciamo a Muravera, normalmente la prima domenica dopo la Pasqua, con la famosa  SAGRA DEGLI AGRUMI, famosa in tutta l’isola per la bontà dei suoi agrumi, fiore all’occhiello del Sarrabus e Muravera dedica a questi frutti una bella sagra Divenuto oggi un appuntamento imperdibile che integra il patrimonio naturalistico delle coste con la cultura e le risorse dell’entroterra, questo avvenimento segna di fatto l’inizio della stagione turistica nel territorio.

NODAS Festival del Folklore Internazionale Dedicato alla musica e alla danza tradizionaleA Muravera si svolgono durante tutta l’estate
OHI SU MORU! In prossimità della marina di San Giovanni ogni anno, l’ultima domenica di luglio ai piedi della storica Torre dei Dieci Cavalli La Forgia, attraverso la compagnia di teatro etnico “I Guitti” di Muravera, mette in scena la rappresentazione teatrale “Ohi su moru!” Questo era il grido d’allarme all’approssimarsi delle navi dei pirati barbareschi che secoli fa terrorizzavano le popolazioni delle coste sarde……

MASKARAS: IL CARNEVALE ETNICO DELLA SARDEGNA è un carnevale molto diverso e meno ridanciano che ha come centro delle maschere tragiche, maschere cupe che si esibiscono in una lunga sfilata che ripercorre tutta la via principale del paese.

LA FESTA DI SANT’AGOSTINO La devozione per Sant’Agostino ancora oggi molto sentita tra la popolazione muraverese, viene celebrata in una grande festa che dura cinque giorni e che vede alternarsi i riti religiosi a quelli civili

LE FESTE CAMPESTRI In passato erano molto sentite le feste che si celebravano nelle diverse chiese campestri presenti nel territorio, caratteristiche per folklore e manifestazione religiose.

La Festa di Sant’Antioco Nei quindici giorni seguenti la Pasqua, Muravera ripercorre ogni anno i riti religiosi in onore di Sant’Antioco

La Festa di Santa Maria nel mese di settembre, nella località un tempo chiamata Carruti presso la quale sorge ancora oggi la chiesetta di Santa Maria, pastori, pescatori e contadini, giungevano dal paese per offrire tutta la loro devozione alla Madonna

La Festa di San Giovanni del 1922 la devozione per San Giovanni Battista a Muravera risale al 1300 circa ed è testimoniata non solo dalla presenza dell’omonima chiesa campestre ma anche dalla cappella che nella parrocchiale di San Nicola di Bari fu dedicata a tale santo.

A San Vito durante l’estate
Sagra de sa Prazzira e de sa Pezza de Craba degustazioni gratuite, il tutto accompagnato da un buon bicchiere di vino e dalla musica melodiosa delle Launeddas, della fisarmonica e dell’organetto.

SAGRA DEL PESCE nella terza decade di agosto, si svolge a San Vito nella frazione di San Priamo la “Sagra de su Pisci”, degustazioni gratuite di orate, spigole e muggini arrosto, cucinate sapientemente in maniera semplice e tradizionale.

CURSA A SU “COCCOI” E “PALIO DEGLI ASINELLI” nell’ultima decade del mese di agosto, si svolge a San Vito la “Cursa a su Coccoi” e “Palio degli Asinelli”, è un’esibizione equestre, ma anche una gara in cui i cavalieri devono percorrere la pista in velocità e infilzare con una spada di legno “su Coccoi” che è un pane tipico del Sarrabus, assomigliante ad una corona con al centro un buco di pochi centimetri.

A Villaputzu durante l’estate
SAN GIORGIO MARTIRE festeggiamenti a metà maggio del Santo Patrono di Villaputzu

SAN GIOVANNI in giugno festività religiosa presso la chiesetta di San Giovanni in località campestre Murerau

FESTIVAL DELLE LAUNEDDAS in agosto concerto di suonatori di launeddas provenienti da tutta l’isola. Organizzazione dell’Associazione “Maistus de Sonus” Comitato “Maria Madre del Risorto”

Sempre nel mese di agosto la “SAGRA DEI RAVIOLI E DEI MALLOREDDUS”

FESTA DELLA MADONNA DEL MARE il 16 Agosto processione in barca, Santa Messa, fuochi pirotecnici e festeggiamenti nella suggestiva cornice del porto, con l’organizzazione della Pro Loco di Villaputzu

Dal 16 al 20 agosto – MOSTRA MERCATO dei prodotti artigianali del Sarrabus – Gerrei

FESTA DI SANTA MARIA festeggiamenti l’8 settembre

FESTA DI SANTA VITTORIA Seconda settimana del mese di ottobre, festeggiamenti di 4 giorni in tutto il paese e S.S. Messe religiose, organizzato dal Comitato di Santa Vittoria.

FESTA DI SAN NARCISO quarta domenica del mese di ottobre, 2 giorni di festeggiamenti

A Castiadas durante l’estate
SAN GIOVANNI BATTISTA il 24/25 giugno patrono del Comune di Castiadas, la festa ha luogo nella borgata di Olia speciosa e dura ¾ giorni, la manifestazione comprende spettacoli folcloristici, giochi, tradizioni popolari, messa e processione con cavalli e carri in onore del Santo, a termine fuochi d’artificio e spettacoli musicali

FESTA DELL’ASSUNTA VERGINE il 15 Agosto ha luogo nella borgata di San Pietro e dura circa 3/4 giorni, con la suggestiva messa e processione lungo la via del mare, accompagnata da carri addobbati, cavalli e gruppi folcloristici del Sarrabus…

Nel mese di Luglio-Agosto, la “Mostra dell’artigianato e dell’Agroalimentare”

A Villasimius durante l’estate
La festa di SANTA MARIA si svolge nella prima settimana di Settembre. Nel corso dell’evento si riuniscono gruppi folk provenienti dai paesi limitrofi, suonatori di launeddas e cantadores

La festa della MADONNA DEL NAUFRAGO si svolge generalmente la terza domenica di luglio e prevede la processione a mare sino all’Isola dei Cavoli, con deposizione di una corona di fiori ai piedi di una statua sommersa rappresentante la Vergine con Bambino.

La festa di SAN RAFFAELE, patrono della cittadina, cade il 24 Ottobre. La manifestazione propone canti e balli tradizionali e spettacoli pirotecnici.

(fonte: www.sagradegliagrumi.it)

 

Please follow and like us:
Share: